Come scegliere il termoventilatore

In questa pagina cercheremo di essere d’aiuto nella scelta mettendo a disposizione una guida all’acquisto del termoventilatore. Abbiamo pensato fosse utile stendere alcune righe per presentare le diverse proposte in commercio, i modelli possibili e sottolineare le caratteristiche estetiche e pratiche e le funzioni in grado di fare la differenza ;).

I possibili usi

Il termoventilatore è un prodotto che viene usato soprattutto in caso di particolare necessità; non può sostituire un calorifero (termosifone), non è questa la sua funzione, ma è di grande aiuto quando abbiamo bisogno di concentrare un flusso di aria calda in un singolo ambiente, per innalzare rapidamente la temperatura presente. Questo prodotto è dunque l’ideale per le stanze di piccola metratura, nelle quali la dispersione di calore è minore, è utile se lo avviciniamo a noi, per scongelarci rapidamente quando torniamo a casa infreddoliti o per riscaldare le stanze dei bimbi prima di cambiarli. In commercio esistono anche alcune tipologie di termoventilatore, con caratteristiche specifiche di sicurezza per la collocazione in ambienti umidi come il bagno, dotati di doppio isolamento e protezione IP 21 contro gli spruzzi di acqua 😉.  

Stile e prestazioni

La prima cosa da considerare riguarda il possibile ingombro causato da questo tipo di prodotto. Il termoventilatore ideale, specie negli appartamenti o nelle case di piccole metrature, soprattutto se non dotati di ripostigli, stanzini o soppalchi è quello di dimensioni il più possibile ridotte e di pochi chilogrammi di peso. Molto comodi sono i modelli con avvolgicavo integrato e dotati della maniglia sulla parte superiore, che ne facilita la presa per lo spostamento, dato che succede raramente di collocare questo elettrodomestico sempre nella stessa stanza e capita invece spesso di spostarlo più volte per usi diversi.

Cosa prediligere

La potenza messa a disposizione è certamente tra le funzioni da tenere presenti quando ci accingiamo a scegliere il termoventilatore. Consideriamo che è possibile usufruire di 2200 watt di potenza anche se scegliamo dei prodotti dalle prestazioni basilari e, di conseguenza, con prezzi decisamente vantaggiosi 😉 ;  l’ideale sarebbe comunque non andare al di sotto di 1800, 2000 watt di potenza massima e prediligere le tipologie con più livelli di velocità. Per quanto concerne i materiali utilizzati, i termoventilatori dotati di resistenza in ceramica piuttosto che elettrica sembrano maggiormente vantaggiosi in termini di efficacia e consumi energetici, perché in grado di accumulare e di trasmettere più velocemente il calore.

Quali optionals

Il massimo che si possa desiderare è quando l’efficienza e la qualità dei materiali si sposano con un po’ di tecnologia e modernità. Avere a disposizione un display elettronico anziché una manopola manuale non sarebbe male, inoltre, il timer è veramente comodo per programmare l’accensione o lo spegnimento dell’apparecchio e anche la base motorizzata che permette l’oscillazione da destra a sinistra facilita la distribuzione più omogenea del calore ;).

I migliori termoventilatori

Sulla base dei paragrafi appena letti, avrete probabilmente molte informazioni, ma forse per metterle in riga e capire qual’è il termoventilatore che fa per voi dovete consultare la nostra pagina con i migliori termoventilatori dove abbiamo individuato le esigenze principali e per ognuna vi indichiamo il modello migliore.
Qui sotto invece potete trovare i tre termoventilatori più venduti in assoluto:

DeLonghi TCH 7091 ER

74 lettori hanno comprato questo prodotto

» RECENSIONE» AD AMAZON

29 commenti su “Come scegliere il termoventilatore

  1. Devo sostituire il termoventilatore in un bagno piuttosto piccolo (2m x 2m) con due pareti poco isolate. Per questioni di spazio dovrebbe essere non troppo grande e adatto ad essere appeso; ma essendo disabile in carrozzina, me ne servirebbe uno con telecomando. Ho provato a fare delle ricerche, ma con telecomando sembra esistano solo apparecchi ingombranti o da pavimento. Me ne sapreste indicare qualcuno?

    1. Ciao Cristina,

      potresti dare uno sguardo al modello Argo Hi Fan Black, che sembra proprio fare al caso tuo, avendo un telecomando che funziona sino a 6 metri di distanza.

      Ciao,

      Il Team di Termoventilatore.com

      1. E’ ormai un anno che ho acquistato il termoventilatore Argo Hi Fan Black. Adattissimo esteticamente e tecnicamente al mio piccolo bagno. Comodissimo il telecomando impermeabile. Riscalda in breve tempo anche se installato in alto (meglio se inclinato). Ha solo un problema: il termostato rileva la temperatura nei pressi dell’apparecchio (forse nel suo interno), che dal momento che questo si riscalda per emettere aria calda, è molto più elevata che non a livello ambientale. Faccio l’esempio: quando lo accendo, sia la temperatura visualizzata sul termoventilatore sia quella ambiente, coincidono. In breve tempo però la temperatura rilevata dal termostato e visualizzata sale (ci mette pochi minuti, 3-4) a salire di un grado.. mentre la temperatura ambiente sale molto molto più lentamente. Quando la temperatura visualizzata arriva a 35° l’apparecchio si spegne, anche se la temperatura nell’ambiente è di gran lunga più bassa, sia percettivamente che obiettivamente: ho provato con un altro termometro e quando il termoventilatore arrivato a 35° si spegne, nel mio bagno (peraltro molto piccolo) la temperatura non arriva a 24°. Insomma anche se voglio, non riesco a tenerlo acceso per il tempo desiderato.. in fondo, vorrei solo finire di fare la doccia…

  2. devo acquistare un termoventilatore ceramico a parete per il mio di 1,5 x 4,0 mt
    vorrei un prodotto di qualità attendo vostre news grazie

  3. buongiorno

    nel bagno è piu vantaggioso in termini di consumo una stufetta classica o un termoventilatore? dovrei tenerli accesi piu o meno 10 minuti

  4. Ciao vorrei un consiglio su quale termoventilatore (obbligatoriamente da parete) scegliere per il mio bagno 3,5m x 3,5m, molto umido d’inverno e caldissimo d’estate, grazie per l’attenzionne

  5. Buongiorno vorrei un consiglio per un termoventilatore principalmente per il bagno,va bene a pavimento ma se avesse anche in dotazione kit da muro tanto meglio. Con IP21 ovviamente che così ha il doppio isolamento esterno,eco energy,e possibilmente in ceramica per un maggior risparmio di corrente,2/3 velocità e possibilmente oscillante…che modello mi consigliate sotto le 100.00 possibilmente? se potete darmi anche un paio di modelli li confronterò,grazie. P.S. Io una volta comprai un ARGO e mi sono trovata bene anche se non è durato moltissimo,forse perchè non ho avuto la possibilità allora di guardare e sapere tutti questi optional e per i prezzi un pò cari.

    1. Ciao SABRINA,

      Con tutte le caratteristiche che elenchi non troviamo molto di utile, ma ci sono modelli che si avvicinano molto. Per rimanere a un marchio con cui ti sei già trovata bene ti possiamo suggerire l’Argoclima Beat, pensato proprio come scaldabagno; in alternativa prova a guardare anche il De’Longhi DCH7032. Speriamo di averti aiutata!

      Ciao!

      Il Team di Termoventilatore.com

  6. Ciao, avrei bisogno di riscaldare un garage di circa 40m cubi;
    il garage è situato al piano -3 e lo uso per allenarmi un paio d’ore al giorno, quale potrebbe essere la soluzione migliore e ovviamente la meno dispendiosa?
    Grazie in anticipo

    Saluti

    1. Ciao Fabrizio,

      Per quelle dimensioni ti consigliamo l’Imetec Eco FH5-100, che scalda davvero in fretta ed è dotato anche di funzione antigelo. Accendilo magari una mezz’ora prima di iniziare l’allenamento e dovresti trovarti bene!

      Ciao!

      Il Team di Termoventilatore.com

  7. OK provo a togliere qualcosa di non essenziale! termoventilatore con IP21 ovviamente che così ha il doppio isolamento esterno,eco energy quindi per un maggior risparmio di corrente, possibilmente oscillante…che modello mi consigliate sotto le 100.00 possibilmente? se potete darmi anche un paio di modelli li confronterò,grazie 🙂 .

  8. ho preso termoventilatore de longhi a 2 livelli di potenza ma non scalda forse perchè è made in cina? lo restituisco essendo così inappropriato che delusione più di 40 euro e non li vale grazie

    1. Ciao attilia,

      Ci dispiace per la tua esperienza negativa! Purtroppo il prodotto difettoso può capitare.

      Ciao!

      Il Team di Termoventilatore.com

  9. Buongiorno e Buon 2016. Ho un termoventilatore De Longhi mod. HVE 322 da una decina d’anni in un bagno di non più di 4 mq. Non ne ho mai fatto un grande uso ma recentemente , mia figlia ed il fidanzato, entrambi freddolosi, la mattina fanno uso di quel bagno attivando il termoventilatore e dimenticando poi di aprire la finestra. Proprio ieri ho notato tracce di muffa, mai viste in 15 anni di vita in questa casa, sull’angolo di una parete , quella su cui insiste la finestra. La mia domanda è : occorre sostituire il termoventilatore perchè il tempo fa insediare microorganismi diffusi poi dall’attivazione?
    O conviene forse smontarlo e disinfettarlo bene? O non c’entra nulla tutto ciò? Grazie.

    1. Ciao Massimo,

      Dubitiamo il colpevole sia il termoventilatore, non è un elettrodomestico “umido” entro il quale si possano formare muffe da disperdere nell’ambiente. La mancata ventilazione del bagno per disperdere l’umidità creata dalla doccia ci sembra possa essere il problema reale. 🙂

      Ciao e buon 2016 anche a te!

      Il Team di Termoventilatore.com

  10. Ciao, cerco termoventilatore ( caldo e freddo )caldo x l’inverno e da utilizzare anche in estate x arieggiare casa di circa 40 metri … Ovviamente qualcosa a basso consumo ….grazie se potresti darmi una dritta e mostraemene più di uno …

    1. Ciao Gianna,

      ti consigliamo di dare uno sguardo alla nostra classifica, fatti un’idea su questi modelli e facci sapere se hai ulteriori dubbi, ovviamente saremo lieti di aiutarti nella scelta finale.

      Ciao!

      Il Team di Termoventilatore.com

  11. Buongiorno! ho la necessità di evitare, in un piccolo locale caldaia, che la temperatura scenda sotto lo zero: cerco pertanto un termoventilatore che si accenda autonomamente alla temperatura di zero gradi. grazie per la vostra attenzione.
    raffaella barigazzi

    1. Ciao Raffaella,

      dunque il modello indicato potrebbe andare bene, la cassa di produzione indica infatti che può operare sino a 10 mq.

      Ciao!

      Il Team di Termoventilatore.com